chiaranonmente

quello che sfugge agli occhi ma merita di lasciare una traccia

Archivi per il mese di “gennaio, 2015”

COME IL VENTO

Come il vento muto e non ho dimora.
Ti lambisco il viso con dolcezza o lo taglio col freddo che mi abita dentro.

Passano in fretta questi giorni di gennaio,in una casa appena occupata.
Noi tre,mamma,bimbo e papà,a dormire in un solo letto.
Tu piccolo amore, fai sogni spensierati, con le tue gambe sempre più lunghe, intrecciate alle nostre.
Tuo padre dorme il sonno pesante di chi lavora tredici ore al giorno.
Io fisso il buio della camera e conto le ore alla notte.
Dove saremo domani?Dove moriranno i giorni di febbraio?Tu riuscirai ad ambientarti di nuovo?Altrove?
Io riuscirò a tenere ancora le fila di questa famiglia, come un bravo acrobata, senza cadere mai, che la rete non c’è?
Non ho risposte.
Sento crescere un poco di saggezza, a scapito della nostalgia che mi stringe alla gola.

La saggezza deriva dallo stare imparando ad essere vento.
Si diventa quello che si è, ed occorre esattamente una vita per farlo.
Ed allora voglio metterci piú tempo che posso, perché questa vita,credo di amarla.

Navigazione articolo