chiaranonmente

quello che sfugge agli occhi ma merita di lasciare una traccia

Archivi per il mese di “dicembre, 2014”

CONCEZIONI

La luce fredda,dorata, dei pomeriggi di dicembre,non sembra nemmeno appartenere alla Terra.
Mi sento come la prima donna, di fronte alla prima alba che occhi umani ricordino.
E come quella donna,ho il cuore ricolmo di possibilità,e le mani impazienti di dare forma a qualcosa.
Per ora,hanno plasmato un albero di Natale,dalle assi di una cassetta di legno che conteneva arance.
Lo guardo adesso,con le lucine che lo solleticano di allegria elettrica e Saul che ci saltella intorno,iperagitato e felice.
La mia cura é nelle mie mani.

Navigazione articolo