chiaranonmente

quello che sfugge agli occhi ma merita di lasciare una traccia

Uscire a ritrovarsi

Guardo il catalogo Ikea.

Le pagine urlano : chiuditi in casa e gira la chiave nella toppa.Rendilo il posto più accogliente possibile perchè là fuori è l’inferno, o al massimo vieni a chiuderti qua da noi (puoi passarci un ‘intera giornata!).

Io voglio uscire al fresco della sera.

Guardare il cielo indaco sopra le tegole, sentire freddo,guardare la luna e rabbrividire.

E camminando, per strade buie e silenziose, incontrare qualcuno che evito da troppo tempo.

Me.

E a quella Me, chiedere : come stai?come ti sei fatta quella ferita?dove vogliamo andare?

E ho capito una cosa: mio figlio non ha bisogno di un rotolone di carta da disegno, di una minicucina o di un baldacchino.

Ma di me.

Che mi metto a quattro zampe e faccio il lupo, e lui mi corre incontro urlando di paura prima che io faccia un passo.

Che smetto di insaponare piatti e lo prendo in braccio con le mani ancora bagnate.

Che apro tutti i cartoni della pasta e dei biscotti per farcelo disegnare sopra.

Che lotto insieme a suo padre per arrivare a fine mese senza abbrutire.

Che lavoro su me stessa facendo una fatica immane, per invecchiare con dignità e crescere in consapevolezza ed essere un giorno un punto di riferimento per lui e per chi vorrà.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: