chiaranonmente

quello che sfugge agli occhi ma merita di lasciare una traccia

Archivi per il mese di “luglio, 2012”

Ma anche no, bellerrimo,basito,perplimere, adoro e il socialnetworkese

La folla ha le sue parole preferite.
Queste ultimamente le incontro spesso.

Una parola purtroppo però è un po’ come un cesso, quando la usano in troppi, si sporca facilmente.

E non ti viene più voglia di usarla , e preferisci trattenerla.

Ci sono parole meravigliose che dischiudono universi.

Il silenzio si ritira per lasciarle passare.

Preziose.

http://www.youtube.com/watch?v=qtP3FWRo6Ow

Annunci

Caccia al tesoro Di Mammafelice part three : presentami un blog di fotografia

Quella del blog di viaggio, l’ho saltata a piè pari.

Questa invece, voglio raccontarvela.

Lei è Cecilia Viganò, e il suo sito è questo : http://www.cevicrea.it

Alcune di voi l’avranno sicuramente incrociata, perchè è lei la fotografa del meraviglioso http://www.ilcucchiainodialice.it/

Le sue opere, perchè non solo di fotografia si tratta, mi emozionano, parlano un linguaggio che sento familiare.

Mi parlano di aria, di delicata bellezza, di dolore femmina esploso in mille rivoli ingarbugliati,  della geometrica quiete delle forme della natura.

 

Parlare di fotografia e di arti visive, è uguale a tentare di descrivere una sinfonia a parole.

Andate sul sito,allora, e con passo leggero , lasciatevi trasportare.

 

LIBERA

Io l’ho capito, come si fa a farmi morire.

Basta una persona alla porta che controlli quando entro e quando esco, se esco  troppo, o non abbastanza e verso dove.

Basta qualcuno che sventagli ad un pubblico ignorante e cattivo (nel senso etimologico del termine)particolari della vita tra le quattro mura della mia Casa.

Basta qualcuno che reclami un bacio nome di un diritto naturale che non esiste.

 

Allora divento una lumaca nuda senza guscio.

C’è chi sa come farmi questo. Mia madre, per esempio.

Ci sono donne abili a giocare con i sensi si colpa altrui, con i presunti “venir meno” a determinati doveri.

Sono donne assassine.

Agli occhi della comunità benpensante, povere vittime.

 

Vittime con la lametta in tasca.

ZAC…sanguini?

Quel sangue è mio, dice la donna assassina.

Ridi?La tua risata ha senso, se te la approvo io.

Sbagli? I tuoi sbagli feriscono me, bada.

Vuoi vivere? E me? Dimentichi me, povera derelitta!

 

Ci sono figli che non riescono a liberarsi e che muoiono, giorno dopo giorno, senza accorgersene.

Agli occhi della comunità ben pensante, sono figli modello.

 

Mi sono vista un giorno riflessa in una pozzanghera.

Ero una lumaca nuda.

Da oggi so che devo stare attenta agli scarponi.

 

chiaranonmente-caccia al tesoro Mammafelice 2012

Io scrivo per vivere.

No, non scrivo per pagarmi di che vivere,scrivo per vivere.

Ogni tanto devo farlo,per prendere una boccata d’aria.

Come stasera, mentre tutti dormono, con la stanchezza di una giornata in ufficio sulle spalle,e quella del post-ufficio di una madre di un piccolo dalla vitalità irrefrenabile,mi dedico quest’ora d’aria.

Ho trent’anni, vissuti intensamente,come ho fortemente voluto e scelto.

Perchè la Felicità si sceglie..vero Mammafelice?E non ci si lamenta dei prezzi da pagare qua e là,dimenticandosi quello per cui vale la pena vivere e per cui stiamo lottando.

Ma quante volte ho scritto Vita&Co. finora?

Torniamo a me.

Ho trent’anni (e questo ve l’avevo detto), un compagno con due ragazze avute da un precedente matrimonio di 18 e 12 anni(e qui non mi dilungo che sennò dovrei aprire un blog a parte), un piccoletto nostro di quasi due anni che da quando cammina ha ridotto me e suo padre a due acciughe da pienotti che eravamo (ho reso l’idea?)

“Chiaranonmente” è una giovane piantina fatta ancora di soli 8 post (9 con questo),un protoblog di una che scrive per necessità.Scrittura compulsiva la chiamerei.

Dentro ci sono tutte le mie anime, quella frikkettona new age (pasta madre a me!), quella della desperate mum (finalmente ho smesso di allattare!),quella della matrigna (ahahahahah-risata maligna), quella della compagna del venerdì sera (chi lavora, e ha un figlio sa  a cosa alludo), forse sabato, forse domenica, ma soprattutto…

quella di una persona con lo sguardo innamorato posato sulla Vita.

Il mio blog è una sua celebrazione.

E chi vorrà prendervi parte insieme a me è benvenuto.

Cominciate da un post a caso..e leggeteli tutti!Tanto sono ancora pochi

Navigazione articolo